Archivi categoria: Per istruttori

9° Corso Istruttore survival CSEN

9° CORSO PER ISTRUTTORI SURVIVAL  CSEN
c/o Sibillini Adventure in Umbria

ANNO ACCADEMICO 2018

INIZIO MESE DI MARZO 2018

La Sibillini Adventure in collaborazione con il Comitato CSEN di Perugia organizza il 9° Corso di formazione per istruttori Survival CSEN (Sport Orientamento – specialità Sopravvivenza)

REQUISITI DI AMMISSIONE AL CORSO
Il corso di istruttore di survival, è riservato a maggiorenni, previo tesseramento CSEN, gli allievi verranno seguiti dalle basi fino a diventare istruttori nazionali.

NUMERO CHIUSO: sono ammessi massimo 12 partecipanti per sede.

STRUTTURA DEL CORSO
Il corso si articolerà in 9 moduli, della durata di 300 ore.

Verrà svolto un modulo al mese nel week-end, da sabato mattina a domenica pomeriggio.

Per chi avesse problemi di frequentazione del corso nel periodo formativo e’ prevista la possibilità su richiesta di recuperare i moduli in base alle disponibilità della sede.

Durante il corso al terzo modulo è possibile previa verifica, richiedere il diploma e la qualifica di operatore di survival CSEN.

Al termine del corso, superati i relativi esami-teorico-pratici, sarà rilasciato il DIPLOMA NAZIONALE con la qualifica di ISTRUTTORE NAZIONALE DI SURVIVAL  CSEN.

DOVE
Il corso è organizzato nella seguente sede:
Italia- Umbria – Norcia (PG) presso il C.N.A.S.

 

DIRETTORE DEL CORSO: Dott. Giuseppe Fasulo (Guida Escursionistica Professionista dal 1994, Istruttore Survival dal 1996, Master Settore Survival Sportivo CSEN e Referente Nazionale Settore Survival CSEN dal 2010).
c/o la Sibillini Adventure
Linea diretta 348 7288365

Le sedi dei moduli possono variare in base alle esigenze formative.

QUANDO:
1° MODULO 24-25 MARZO
2° MODULO 28-29 APRILE
3° MODULO 26-27 MAGGIO
4° MODULO 23-24 GIUGNO
5° MODULO 28-29 LUGLIO
6° MODULO 29-30 SETTEMBRE
7° MODULO 27-28 OTTOBRE
8° MODULO 24-25 NOVEMBRE
9° MODULO 22-23 DICEMBRE

Materie trattate nel corso di formazione stralcio…
Abbigliamento e equipaggiamento tecnico specifico in ambiente outdoor, preparazione e allestimento di un campo, i nodi che servono, rifugi temporanei o semipermanenti, preparazione dello zaino in escursionismo, zaino di emergenza, psicologia della sopravvivenza e leadership, sistemi di potabilizzazione e depurazione acqua, tecniche di orientamento con strumenti di navigazione, tecniche di orientamento di emergenza, conduzione di un gruppo in situazioni disagiate, gare sportive di survival, pedagogia e fisiologia applicata allo sport, nozioni di auto soccorso applicato a situazioni disagiate, segnalazioni di emergenza per aeromobili, meteorologia applicata alle emergenze, approntamento di passaggi orizzontali, costruzione e tecniche di tiro con attrezzi primitivi, fitoalimurgia, simulazione di uno scenario di sopravvivenza in ambiente ostile, trekking itinerante,

I programmi possono subire variazioni a seconda delle condizione meteo-climatiche e a discrezione degli istruttori per ragioni di sicurezza.

DISPENSE
Verranno rilasciate apposite dispense per ogni modulo svolto.

ESAME FINALE
Pratico: a titolo di esempio prova di trekking itinerante con tecniche di orientamento,  prova di tiro con attrezzi da lancio, tecnica primitiva di accensione di un fuoco, approntamento di un rifugio di emergenza, prova di segnalazioni di emergenza.

Teorico: dispensa esplicativa di un argomento a piacere da programma svolto, questionario a scelta multipla relativo alle materie approfondite nel corso.

ISCRIZIONE
Per iscriversi è necessario richiedere il modulo di adesione, inviare un proprio curriculum inerente esperienze in ambienti naturali, compilare un questionario informativo.

Per iscrizioni e informazioni: sibilliniadventure@gmail.com

 

 

 

 

 

 

Stage di Sopravvivenza Urbana e Krav Maga

Il Settore Survival Sardegna in collaborazione con la Krav Maga Global Italia e con il Patrocinio del Comune di Sogliano al Rubicone, organizza uno stage di Sopravvivenza Urbana abbinato alle Tecniche di Difesa del Krav Maga. Non fatevi trovare impreparati! Vi aspettiamo il 4 ed il 5 Febbraio!!!!

Di seguito un breve estratto degli argomenti che verranno trattati durante l’intensivo di Krav Maga e Survival in contesto urbano.

Survival:

– Psicologia della Sopravvivenza e del Combattimento
– Tecniche di Trasporto Ferito (Non cosciente, Sotto choc e Non Vedente)
– Tecniche di Fuga da Prigionia
– Tecniche di Trasporto Ferito (Non cosciente, Sotto choc e Non Vedente)
– Tecniche di Fuga

Krav Maga:

1) Perché colpire e, se dobbiamo, perché colpire forte.

2) Quali armi naturali generano più potenza e come usarle tramite semplici esercizi.

3)  Difese istintive – difese elusive. Come difendersi anche se colti di sorpresa.

4)  La lotta. (La logica del controllo nell’aggressione – lottare per non lottare)

5)  Le tipologie di aggressione. Un modello per capire subito con chi si ha a che fare.

6) La minaccia di coltello. Logica della minaccia armata.

7) Le armi improvvisate. (Teoria: famiglia delle armi – riconoscerle e usarle)

 

Cenro Nazionale Addestramento e Selezione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il C.N.A.S. (Centro Nazionale Addestramento e Selezione) utilizzato per la formazione, addestramento e selezione degli istruttori nazionali di sopravvivenza e survival sportivo.

Il Centro si trova in uno dei posti più selvaggi e affascinanti dell’Appennino Centrale nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, una terra ricca di leggende, qui trova il suo posto ideale il lupo uno dei predatori più antichi ed efficienti nelle tecniche di caccia e adattamento all’ambiente.

Disponiamo di:

Aula per le lezioni teoriche
Campo di sopravvivenza per esercitazione campo base
Percorso boschivo di caccia simulata per il tiro con l’arco istintivo.
Percorso di survival per esercitazioni.
Campo di orientamento per esercitazioni.
Percorso di trekking di circa 70 km.
Percorso di canyoning per esercitazioni.
Percorso di speleologia per esercitazioni.
Palestra naturale di arrampicata per esercitazioni.
Percorso aquatico per esercitazioni.

Per la formazione degli istruttori nazionali ci avvaliamo delle seguenti docenti:

  1. Archeologo Sperimentale
  2. Guida Escursionistica
  3. Istruttore Nazionale di Tiro con l’arco
  4. Guida Speleologica
  5. Guida Canyoning
  6. Guida Alpina
  7. Militari di reparti specializzati dell’Esercito Italiano in servizio e in congedo
  8. Docente di formazione in coaching e teamworking con certificazione estera
  9. Dottore-medico specializzato in medicina traumatologica
  10. Docente specializzato in piante officinali e commestibili

Esami istruttori survival

Si è svolto questo fine settimana l’esame per istruttori di Survival a Norcia (PG), i ragazzi venuti da varie regioni d’Italia Lazio, Umbria, Veneto…, si sono cimentati nelle prove tecniche per il superamento dell’esame, come tiro con arco, passaggi in corde, nodi, accensione fuoco, potabilizzazione acqua, piante commestibili, trekking, orientamento… tanti auguri ai nuovi diplomati:

  1. Riccardo Montioni
  2. Corrado Pesci
  3. Stefano Buttini
  4. Daniele Montini
  5. Guido Zanata

Utilizzo del logo CONI per le Associazioni Sportive Dilettantistiche

Cerchiamo quindi di capire se un’Associazione Sportiva Dilettantistica (o una Società Sportiva Dilettantistica) iscritta al CONI può utilizzare il logo di una Federazione Sportiva Nazionale, di un Ente di Promozione Sportiva o di una Disciplina Sportiva Associata cui è affiliata e se può altresì utilizzare il logo del CONI all’interno delle proprie comunicazioni.

 


Il logo in questione è un marchio registrato dal CONI mentre i “CINQUE CERCHI OLIMPICI” sono il simbolo per eccellenza che identifica e contraddistingue i Giochi Olimpici e sono al tempo stesso un marchio registrato dal CIO pressoché in tutto il mondo ed in ogni possibile ambito merceologico.

 

I CINQUE CERCHI OLIMPICI rientrano tra i marchi più famosi al mondo, come attestato da numerose decisioni sia di Uffici marchi, sia giurisprudenziali, che hanno accordato a detto marchio la protezione più ampia, ma anche e soprattutto, dal riconoscimento unanime che il pubblico mondiale dei Giochi Olimpici ha di questo marchio. Il CONI, quale emanazione territoriale italiana del CIO, è legittimata ad usare i Cinque Cerchi ed è tenuto a vigilare ed a porre in essere ogni forma di tutela in caso di violazioni sul territorio italiano dei diritti di proprietà intellettuale del CIO, secondo i principi codificati dalla Carta Olimpica.

 


L’utilizzo del marchio del CONI è invece riservato esclusivamente al CONI ed ai soggetti dallo stesso autorizzati a termini di regolamento, nonché alle aziende con le quali sono stati conclusi accordi di sponsorizzazione. In riferimento a varie problematiche emerse in connessione all’uso illegittimo del logo CONI (con conseguenti danni di quest’ultimo), riteniamo opportuno precisare la disciplina di riferimento (sottolineando le parti salienti) a partire dal comunicato dello stesso CONI del settembre 2003.

 

Alle:
– Federazioni Sportive Nazionali
– Discipline Sportive Associate
– Enti di Promozione Sportiva
– Associazioni Benemerite
– Comitati Regionali CONI
– Comitati Provinciali CONI
LORO SEDI
In riferimento a varie problematiche emerse in connessione all’uso, riproduzione a stampa e via web, concessione d’utilizzo del logo CONI da parte di Associazioni affiliate a FSN, DSA ed Enti di Promozione Sportiva ed a seguito di diversi quesiti che vengono posti al CONI in ordine a tale argomento si ritiene opportuno definire specifici indirizzi in merito.

 


UTILIZZAZIONE DEL LOGO DEL CONI
A. FSN – DSA – EPS
Come richiamato nella circolare n. 22 del 4.7.02, le FSN, le DSA, gli EPS che avevano nel proprio logo i cinque cerchi e la stella, li hanno dovuti togliere entro il 31.12.2002 e, per coloro che non avessero ancora provveduto, si ribadisce il formale invito a provvedere immediatamente in tal senso.
Il logo CONI (stilizzato, con scritta CONI a righe) può essere utilizzato, previa autorizzazione, dalle FSN, DSA, EPS, per attività istituzionali – d’ufficio, amministrative, tecniche ed agonistiche – purché il logo stesso non sia connesso ad attività commerciali, né concesso in uso a sponsor o ad iniziative private a scopo di lucro.
B. SOCIETA’ ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE
A questo riguardo va precisato che le Società ed Associazioni sportive affiliate ad una FSN, ad una DSA ed ad un EPS, possono utilizzare esclusivamente il logo della FSN, DSA o FPS di appartenenza e, quindi, se in esso è presente il logo CONI suddetto (stilizzato, a righe) esso può essere inserito nella propria corrispondenza o nei propri stampati mentre non può esserlo se esso non è presente nel logo federale o dell’EPS. Anche per le Società ed Associazioni Sportive vale ovviamente, come già per FSN, DSA ed EPS l’inibizione totale dall’uso del logo CONI (con i cinque cerchi e la stella) ed il divieto di concedere l’uso anche del logo federale o dell’EPS contenente quello CONI stilizzato a righe per attività commerciali di qualsiasi tipo.

 

Le Società ed Associazioni Sportive, se autorizzate dalla competente FSN, DSA o EPS, potranno utilizzare il logo degli stessi nella loro corrispondenza, negli stampati, nelle targhe delle sedi, nei siti web e dovranno in essi sempre precisare, una volta definito presso il CONI l’Albo delle Società, il numero di iscrizione nell’albo medesimo e la FSN o DSA o EPS cui sono affiliati.

 

Pertanto si ribadisce quanto segue:

 

A. il logo CONI (stilizzato a righe), previa autorizzazione, può essere utilizzato solo ed esclusivamente, nel rispetto della normativa vigente, dalle FSN, DSA, EPS riconosciuti dal CONI;

 

B. il logo della FSN, DSA, EPS di appartenenza, previa autorizzazione, può essere utilizzato solo ed esclusivamente dalle Società ed Associazioni sportive riconosciute dalle rispettive FSN, DSA, EPS.

 

Si sottolinea che la vigilanza e la repressione di comportamenti contrari, fatto salvo ogni diritto del CONI in merito, spetta in primo luogo alla FSN, DSA o EPS, che, dove omettessero tale vigilanza, sarebbero responsabili al pari delle Società ed Associazioni stesse del comportamento sopra richiamato.

 

In conclusione, cosa può utilizzare legittimamente un’Associazione o una Società Sportiva Dilettantistica iscritta al CONI ed al Registro da esso istituito?

 

– può utilizzare il logo della Federazione Sportiva Nazionale, Disciplina Sportiva Associata o Ente di Promozione Sportiva cui l’Associazione o Società Sportiva è affiliata nella sua corrispondenza, negli stampati, nelle targhe delle sedi e nei siti web, a condizione tassativa che il detto utilizzo sia stato esplicitamente autorizzato e che venga indicato il numero di iscrizione al registro CONI oltre che la Federazione Sportiva Nazionale o Disciplina Sportiva Associata o Ente di Promozione Sportiva cui l’Ente è affiliato;
– può utilizzare il logo del CONI a condizione che lo stesso sia presente all’interno del logo della Federazione Sportiva Nazionale, Disciplina Sportiva Associata o Ente di Promozione Sortiva cui l’Associazione o Società Sportiva è affiliata e del quale gli è stato concesso espressamente l’utilizzo;
– non può utilizzare il logo del CONI (anche senza cerchi olimpici) fatta salva espressa ed esplicita autorizzazione del CONI stesso in funzione di uno o più eventi specifici.

 

Recentemente è stato trasmesso a FSN, DSA ed EPS il nuovo logo del CONI ed il relativo manuale di utilizzo, consultabile QUI.